Asia

L’Asia rappresenta una vera e propria sfida per le imprese italiane che vogliono entrare con successo nei suoi mercati: la vastità, la complessità e le differenze socio culturali possono rappresentare ostacoli insormontabili soprattutto per le piccole e medie imprese, ma allo stesso tempo alcuni Paesi asiatici costituiscono mercati che possono offrire sterminate opportunità commerciali e industriali per le nostre aziende.

La Cina è considerata, dopo gli USA, primo Paese nella maggior parte delle classifiche economiche ed è lo Stato più popoloso della Terra. L’amore per i prodotti italiani di ogni settore sta diventando una vera e propria ossessione, soprattutto per la nuova classe dirigente. Entrare in Cina per un’impresa italiana significa dare una svolta sostanziale al proprio modo di operare, ma proprio per questo non è passo da sottovalutare, bensì da compiere con chi conosce bene il Paese.

Il secondo gigante asiatico, l’India, sta manifestando in misura sempre crescente la propria capacità di assorbire i prodotti occidentali e in particolare quelli italiani. A livello generale, rappresenta un mercato dalle grandi potenzialità, con ampi margini per inserirsi, anche se va tenuta in considerazione la grande complessità socio-culturale del Paese.

Sempre più quota stanno prendendo gli investimenti e le esportazioni nei Paesi del Sud-Est asiatico. Corea del Sud, Vietnam, Thailandia e Indonesia non sono più mercati impossibili da approcciare ma rappresentano vere e proprie opportunità che possono generare forti domande di prodotti italiani. Questi Paesi richiedono ormai sempre con maggiore insistenza prodotti di alta qualità e tecnologicamente avanzati, offrendo una capacità di spesa elevata. I prodotti italiani rappresentano in molti settori l’eccellenza e la qualità e la domanda nei settori agroalimentari, abbigliamento e alta tecnologia sono in costante crescita.