Italia-Germania, business che cresce

Giovedì, 21 Aprile 2016

Firenze, 21 aprile 2016 - "L'idea di questa giornata dedicata alla Germania nella quale abbiamo avuto l'onore di avere ospiti il direttore degli Uffizi Eike Schmidt e la direttrice della Galleria dell'Accademia Cecilie Hollberg è nata per provare a mettere insieme tutti i nostri soggetti e presentarsi uniti". Lo ha detto nel corso del seminario Destinazione Germania al Palagio di Parte Guelfa il presidente della Camera di Commercio di Firenze Leonardo Bassilichi. "In questo caso da una parte ci siamo noi, dall'altra ItKam, la Camera di Commercio italiana per la Germania - ha aggiunto - l'idea è quella di fare sintesi e permettere almeno ad alcune delle 70 imprese iscritte al seminario di lavorare con quelle tedesche per ampliare il business". 

Sul potenziamento dell'attività fieristica, "Firenze potrebbe imparare qualcosa da Francoforte, una città di media dimensioni senza grandi particolarità, che è riuscita a creare una fiera pazzesca. Stiamo lavorando molto sulla possibilità di portare più fiere e congressi alla Fortezza nei prossimi anni, ci ispiriamo alle storie di successo in altri Paesi - ha aggiunto Bassilichi - Lo vorremmo fare semplificando tutte le strutture che si occupano di promozione e che ora si sommano e si fanno concorrenza a vicenda. Serve un ambito almeno regionale, preferibilmente nazionale, per presentarsi al mondo in maniera competitiva, solo così possiamo essere uniti e vincenti. Meno siamo e più facile è fare sistema".

Durante il convegno, secondo uno studio presentato da Unicredit, è emerso che nel 2016 le esportazioni della Toscana in Germania aumenteranno del 3%, mentre le importazioni del 4%. Nel 2015, il giro d'affari della provincia di Firenze con la Germania ha riguardato quasi 540 milioni di euro di importazioni e oltre 900 milioni di euro di esportazioni. I settori trainanti per le esportazioni fiorentine nel mercato tedesco sono stati tessile, abbigliamento, pelli e accessori per oltre 318 milioni di euro, farmaceutica e botanica per quasi 211 milioni di euro, macchinari per 112 milioni di euro, alimentari, bevande e tabacco per circa 58 milioni di euro.

"Stiamo vivendo un momento particolarmente favorevole per l'interscambio, l'economia tedesca è in forte ripresa ed è quindi importante che le aziende italiane, così come quelle toscane, crescano in questo Paese attraverso i loro prodotti. Il consiglio che ci sentiamo di dare alle nostre aziende è quello di essere affidabili, di puntare sulla qualità e di mantenere le promesse fatte agli investitori", ha commentato Edoardo Giacomelli di Unicredit international center.

Nella scheda dell'evento le presentazioni dei relatori al seminario. 

I dati presentati al seminario nel Palagio di Parte Guelfa: export aumentato del 3%, import del 4%. Bassilichi: adesso presentiamoci in maniera unita

Italia@tavola - B2B con buyer tedeschi

Incontri a Firenze con imprese dell'agroalimentare

Italia-Germania, business che cresce

I dati presentati al seminario nel Palagio di Parte Guelfa: export aumentato del 3%, import del 4%. Bassilichi: adesso presentiamoci in maniera unita

Destinazione Germania

Giovedì 21 aprile al Palagio di Parte Guelfa un seminario informativo sulle opportunità del mercato tedesco con ospiti d'eccezione come i direttori di Uffizi e Accademia

LA QUALITA' DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI TOSCANI

Seminario su dati e tendenze
Siena, 7 giugno 2019 - Santa Maria Della Scala

BUYFOOD TOSCANA

Siena, 7 giugno 2019
Buyers da tutto il mondo
incontrano le DOP e IGP toscane

MEET THE ARTISANS

Chiusa la tre giorni
di incontri con gli artigiani

LATTE e DERIVATI, ne conosciamo i benefici?

Convegno nell'ambito del programma “Latte nelle scuole”, 6 maggio 2019 ore 14,00

MEET THE ARTISANS - Firenze 23-25 Apr 2019

OPERATORI DA TUTTO IL MONDO INVITATI A FIRENZE PER CONOSCERE L'ARTIGIANATO TOSCANO

BUYWINE 2019 CHIUDE CON NUMERI RECORD

Pronti a lanciare la 10° edizione nel 2020

BuyWine modello vincente per il vino

Il successo del B2B organizzato da PromoFirenze certificato anche dall’Università di Pisa. Metà della produzione è destinata all’export. Altissima la reputazione del prodotto nel mondo

Due grandi vetrine del vino

Con BuyWine e Anteprime di Toscana sta per prendere il via un mese cruciale per la promozione dei vini toscani sui mercati internazionali

BuyWine e Anteprime di Toscana

Torna l'8 e il 9 febbraio alla Fortezza da Basso la più importante vetrina B2B dei vini toscani a denominazione seguita dal lancio delle nuove produzioni

Pagine