Sostegno alla creazione di Start-up Innovative

Tipo Documento: 

  • Decreto Dirigente Regionale

Data documento: 

Mercoledì, 9 Novembre 2016

Date Validità: 

da Mercoledì, 9 Novembre 2016 a Venerdì, 30 Giugno 2017

Fonte: 

  • B.U.R.T.

Anno fonte: 

2016

Numero Fonte: 

42

Descrizione Bando: 

La Regione intende rafforzare l’innovazione del sistema imprenditoriale toscano, sostenendo la creazione ed il consolidamento di nuove imprese a carattere innovativo, con particolare attenzione a quelle giovanili.

Possono presentare domanda:

  1. le Micro e Piccole imprese innovative la cui costituzione è avvenuta nel corso dei tre anni precedenti la data di presentazione della domanda di accesso all’agevolazione.  Sono altresì ammissibili gli Spin off di organismi di ricerca e le MPI iscritte nella sezione speciale del Registro delle Imprese di cui all’art. 25, co.8 del D.L. 179/2012 o nella sezione speciale di cui all’art. 4, co.2 del D.L: 3/2015.
  2. le persone fisiche che costituiranno micro o piccole imprese innovative come sopra definite entro sei mesi dalla data adozione del provvedimento di concessione dell’agevolazione.
  3. i FABLAB, cioè un laboratorio/spazio di condivisione attrezzato a funzionare come piattaforma di prototipazione tecnica per l’innovazione, l’invenzione e l’apprendimento, se in possesso dei requisiti previsti dall’intervento.

Si definisce “impresa innovativa”, ai sensi dell'art. 5 octies decies, comma 2, L.R.35/2000, l'impresa:

  1. che possa dimostrare, attraverso una valutazione eseguita da un esperto esterno, che in un futuro prevedibile svilupperà prodotti, servizi o processi nuovi o sensibilmente migliorati rispetto allo stato dell'arte nel settore interessato e che comportano un rischio di insuccesso tecnologico o industriale, oppure
  2. i cui costi di ricerca e sviluppo rappresentano almeno il 10 per cento del totale dei costi di esercizio in almeno uno dei due anni precedenti la concessione dell'aiuto oppure, nel caso di una start up senza dati finanziari precedenti, nella revisione contabile dell'esercizio finanziario in corso come certificato da un revisore dei conti esterno.

 

Beneficiari: 

  • PMI

Settore: 

  • Tutti ad esclusione del settore agricolo

Investimenti: 

  • Brevetti e know how, Immobilizzazioni Immateriali, Immobilizzazioni Materiali, Innovazione, Ricerca & Sviluppo, Servizi Innovativi

Ubicazioni: 

  • Toscana

Localizzazione: 

Regione Toscana

Agevolazioni Previste: 

Il costo totale ammissibile del progetto presentato non deve essere inferiore a € 35.000,00 e superiore a € 200.000,00.

Gli aiuti sono concessi nella forma di finanziamento agevolato (Tasso zero) non supportato da garanzie patrimoniali e/o personali con le seguenti caratteristiche:

  • importo pari all’ 80% del costo totale dell’investimento ammissibile e va da un minimo di € 28.000 ad un massimo di € 160.000;
  • durata di 8 anni con preammortamento di 24 mesi, oltre ad un eventuale periodo di preammortamento tecnico non superiore a sei mesi. Il rimborso è previsto in rate semestrali posticipate costanti.

Il valore nominale dell'aiuto concesso è pari al totale degli interessi gravanti su analoga operazione di finanziamento determinati al tasso di riferimento vigente alla data di ammissione del progetto.

Iniziative Ammissibili: 

In linea con la strategia per la “Smart Specialisation in Toscana” saranno finanziati progetti di innovazione legati alle seguenti priorità tecnologiche:

A) ICT e FOTONICA

B) FABBRICA INTELLIGENTE

C) CHIMICA e NANOTECNOLOGIA

Spese Ammissibili: 

Spese per investimenti materiali e immateriali quali:

  • i costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali;
  • i costi di messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte di un organismo di ricerca e diffusione della conoscenza o di una grande impresa che svolga attività di ricerca, sviluppo e innovazione in una funzione di nuova creazione nell’ambito dell’impresa beneficiaria e non sostituisca altro personale;
  • i costi per i servizi di consulenza e di supporto all’innovazione;
  • le spese di personale impiegato in attività di innovazione in possesso di adeguata qualificazione (laurea di tipo tecnico-scientifico o esperienza almeno quinquennale nel campo dell’innovazione);
  • i costi relativi a strumentazioni, attrezzature, immobili e terreni nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;
  • i costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato;
  • le spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi direttamente imputabili al progetto.

Procedura: 

La domanda di aiuto deve essere inoltrata per via telematica; le graduatorie delle domande ammesse e non ammesse saranno predisposte trimestralmente, con scadenza 31/12, 31/03, 30/06 e 30/09.  Il bando è attivo fino ad esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.